bike

Mugen Shinden San: racing at the green TT 2014

Mugen_Honda_ShindenSan

Gareggiando al TT Zero 2014 (il Tourist Trophy per moto a emissioni zero) la Mugen Shinden San, ha stabilito un nuovo terrificante record della pista alla velocità di 188Km/h! Nel reparto R&D c’è stato un impegno massivo per lo sviluppo della moto e anche sapendo che c’è stata collaborazione con la Mission Motors, non c’erano dubbi che anche Mugen sapesse una o due cose su come si costruisce una moto da corsa. Ogni singolo pezzo per la versione 2014 della moto è diverso, maggiore capacità della batteria agli ioni di litio (370V) e di nuovi sistemi di controllo per la gestione coppia spropositata del motore che produce 220 Nm. Il motore brushless trifase a bagno d’olio da 100 kW (134 CV) è ora disponibile in una confezione più leggera (anche se 240 kg non sembra poi così leggero), più piccola e con una migliore aerodinamica. Dopo aver dominato tutte e tre le sessioni di prove libere per la sesta edizione del TT ZERO stabilendo un nuovo record sul giro ad ogni sessione, la Mugen Shinden San ha riportato una netta vittoria 1-2. Attraverso le tre sessioni e corsa, velocità medie sono aumentate di quasi 10Km/h. Impressionante vedere un tale progresso svoltosi apparentemente in tempo reale. Nella terza sessione, entrambi i compagni di squadra Mugen (J. McGuiness e B. Anstey), hanno battuto tutti i precedenti record riportati da moto elettriche con 185Km/h e 181Km/h, rispettivamente, durante la gara McGuinnes ha stabilito il giro più veloce di sempre a 188Km/h!

2014_tt-zero_Honda

Racing at the 2014 Isle of Man TT Zero (the TT for zero emission motorcycle) Mugen Shinden San, electric racebike establish a new terrifying lap record at 117MPH lap! In the electric bike R&D department, there appears to be massive development and while we know there has been collaboration with Mission Motors, it’s not like Mugen doesn’t know the odd thing or two about building race bikes. Every single part for 2014 bike version is different, increased Laminate-type Li-ion battery capacity (370V) and new control systems managing the ultra-high torque of the motor which produces 162 ft.-lbs. (220 Nm). The 100 kW (134 HP) oil-cooled three-phase brushless motor now comes in a lighter package (though at 240 kg it’s not light), smaller and with improved aerodynamics. After dominating all three practice sessions for the sixth running of the TT ZERO event setting a new lap record with every session, the Mugen Shinden San electric racebike delivered a clear 1-2 victory. Across the three sessions and race, average speeds have increased 6 mph. It’s so impressive to watch such massive progress being made in seemingly real time. In the third session, both Mugen teammates (J. McGuiness and B. Anstey), broke all previous electric bike records with 115.6 MPH and 113.6 MPH respectively, during the race McGuinnes established the fastest lap ever at 117.4 MPH!

Pubblicità

ICON E-Flyer II: pure american green style

ICON_eflyer2
La casa californiana ICON che è un punto di riferimento nel mondo del “restomod” automotive ha presentato e messo in vendita la seconda generazione in tiratura limitata di 50 esemplari del suo Electric Flyer. Sono disponibili nuovi colori (9 tinte opache), nuove finiture e nuovi accessori (come il portapacchi in alluminio e le borse laterali). Resta il bellissimo style vintage, il suo telaio in alluminio idroformato, la velocità di circa 33 Km/h (in modalità stradale, mentre in “race” 58 Km/h) e un’autonomia di circa 48 Km per singola carica della batteria agli ioni di Litio da 52V. I freni sono a disco della Shimano ed è presente un sistema di frenata rigenerativa. La E-Flyer costa circa 4680 euro. Se volete maggiori dettagli visitate la pagina: www.iconelectricbike.com


The californian ICON company which is a benchmark in the world of the “restomod” automotive introduced the second generation of its Electric Flyer, limited edition of 50 pieces. Available in new colors (9 matte finished colors), new details and new accessories (such as aluminum rear rack and side bags). It keeps the beautiful vintage style, its hydroformed aluminum frame, the speed of about 20 MPH (in street mode, while in “race” 36 MPH) and a range of about 30 miles per charge of the Lithium-ion 52V battery. It features Shimano brake discs and regenerative braking system. The E-Flyer costs about 5800$. If you want more details please visit: www.iconelectricbike.com

Driven by Bacon: 1st bacon grease fueled bike

Non so quanto sia ecologica e raffinata ma di sicuro è mobilità alternativa, Driven by Bacon è un’iniziativa squisitamente pubblicitaria con il patrocinio di Black Label bacon della Hormel un marchio familiare alla grande distribuzione americana e a tutti i buongustai a stelle e strisce. Si tratta di un coast to coast che prende il via dal San Diego Bacon Fest in sella ad una cafe racer alternativa il cui motore è derivato da una rara moto enduro diesel (Track T-800 CDI prodotta da EVA Products BV) prodotta in poche unità e fatta arrivare dall’Olanda, questa unità che ricorda il primo diesel montato sulle Smart, è un 3 cilindri 800cc con un consumo dichiarato di 100 miglia per gallone e adattato e modificato per essere alimentato con il grasso del bacon. Il sito Driven by Bacon presenta la moto e il procedere di questo bizzarro viaggio attraverso il Nord America. Una moto a bacon di sicuro non consuma carburanti di origine fossile ma non scommetterei sulle emissioni, magari il co2 sarà sotto controllo ma il profumo lasciato lungo la strada potrebbe sollevare entusiasmi o perplessità.

bacon_bike

Enorm Ebike: Austria rules

L’azienda austriaca Enorm Ebike ha un listino con stilose e notevoli e-bike (o bici a pedalata assistita) dalle forme custom retrò. Molti gli elementi motociclistici che richiamano i mezzi dell’era eroica delle moto. La gamma prevede molte varianti ma che si sviluppano da tre modelli principali: V2 Custom, Boardtracker e V3 Bullet. Il sito della casa al momento è solo in tedesco ma merita una visita per farsi un’idea dei questi mezzi ecologici, ricchi di fascino e indubbiamente divertenti da guidare. La V2 per fare un esempio ha un’autonomia di 100 km, un motore da 0.25 kWh, batteria da 30Ah e un prezzo di circa 3900 euro.

enorm-v2-uhrwerk

enorm-boardtracker

enorm-v3-bullet

 

Zero Motorcycles ZERO SR: electro-speed

La californiana Zero Motorcycles vanta l’offerta più completa di motociclette elettriche in circolazione, oltre alla ZERO FX già presentata in queste pagine c’è la naked stradale ZERO SR (versione cattiva della S).

Immagine

Come recita il sito della Zero Motorcycles la SR è la versione per i “motociclisti che vogliono andare più veloci e accelerare più intensamente”, questa versione porta la tecnologia della casa alla sua massima espressione con un sistema di gestione modificato in grado di far sviluppare il 24% di potenza e ben il 56% di coppia in più rispetto alla ZERO S! Questo si traduce in uno 0-100km/h in 3.6 secondi e una velocità massima di 164km/h, il motore Z-FORCE produce un picco di ben 67CV e la moto ha un’autonomia di circa 276km in città e 150km in autostrada. La SR ha uno specifico pacco batterie e sistema di gestione (Z-Force Power Tank) che permette prestazioni ottimizzate e porta la capacità massima a 14.2kWh. La trasmissione è senza frizione con cinghia in carbonio, il peso del mezzo è di 205kg, il tempo di ricarica da rete normale è di quasi 10 ore che scende a poco più di 5 ore col sistema di carica veloce opzionale. Il prezzo è di circa 14300 euro.

Immagine

Harley-Davidson Livewire: electric revolution in Milwaukee

Immagine

E lentamente affiorano foto e dettagli della moto vista sul set del prossimo film della Marvel, la moto Harley Davidson immortalata è la LiveWire prima elettrica della casa americana che dovrebbe arrivare sul mercato nel 2015. A rompere l’embargo sulle immagini ufficiali pare sia stata la testata asphaltandrubber.com come “ritorsione” per non essere stata invitata alla presentazione ufficiale del modello. Al momento non sono stati resi noti dati esatti come l’autonomia (stimata attorno ai 90 km nel ciclo misto) e i tempi di ricarica ma pare che la potenza di questa rivoluzionaria Harley sarà di circa 74CV (55kW) e lo 0-100 dovrebbe essere coperto in circa 4sec.! Lo stile è un tuffo nel futuro HD, una naked sportiva con luci a led, una ciclistica sportiva e strumentazione su pannello digitale. Staremo a vedere dove porterà il progetto LiveWire.


Slowly emerging photos and details about the motorbike seen on the set of the upcoming Marvel movie, the Harley Davidson motorcycle is called LiveWire and it’s the first electric powered bike made by the american maker that should reach the market in 2015. To break the image and info embargo seems to have been asphaltandrubber.com as “retaliation” for not being invited to the official presentation of the model. At the moment were not disclosed data such as autonomy (maybe 50 miles of mixed city and highway riding) and recharge times but it seems that the power of this revolutionary Harley will be about 74HP (55kW) with a 0-60mph in 4 seconds! The style is a glimpse into the future of HD, a naked sports with LED lights, sporty chassis and lcd instruments. Let’s see how and where goes the Project LiveWire.

Harley-Davidson-Livewire-electric-motorcycle2

Here below the video of Project LiveWire / qui sotto il video di Project LiveWire

BULTACO Rapitàn & Rapitàn Sport: dream is back

Immagine

Ambizioso il ritorno sulle scene della spagnola Bultaco che aveva chiuso i battenti nel lontano 1983, nel 2015 dovrebbe iniziare la commercializzazione di due nuovi modelli innovativi, due moto elettriche: Rapitàn (in stile crossover stradale) e Rapitàn Sport (naked). Il progetto iniziale era della LGN Tech Design S.L. (con il supporto del dipartimento di Tecnologia dell’Università Carlos III) poi passata nell’orbita di Bultaco Motors nel 2010. Il lancio è previsto per il 2015 e la produzione sarà negli stabilimenti spagnoli situati in Catalogna e a Madrid con una produzione stimata di circa 2000 esemplari l’anno. Tra le particolarità tecniche delle Rapitàn ci sono la sospensione anteriore a quadrilatero deformabile (sistema denominato Hossack), l’ABS di serie, il vano portacasco al posto del serbatoio e largo uso di materiali ultra leggeri. Il telaio è a traliccio in acciaio ed il motore elettrico è alimentato da batterie agli ioni di litio. Altro dettaglio degno di nota è il sistema Drive Train System con “frenata rigenerativa” ottimizzata grazie alla tecnologia del telaio che massimizza l’aderenza del posteriore, l’energia viene quindi accumulata con una combinazione tra batteria a ioni di Litio e specifici ultra-condensatori gestiti dal sistema BCU (Bultaco Control Unit) che permette al conducente di monitorare le funzioni del motore e delle batterie come l’autonomia e il livello di ricarica delle batterie con l’energia di recupero, è anche previsto un sistema di connettività wireless per i dispositivi mobili. La Rapitàn ha una potenza 55CV (40kW), una velocità massima di 145km/h e un’autonomia media di 140km (200 nel ciclo urbano). Le batterie si ricaricano da rete standard in 3 ore e mezza, tempo che scende a 45 minuti col sistema di ricarica rapida opzionale. Le Rapitàn saranno commercializzate da subito in Spagna, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti, mentre per l’Italia ancora non si sa nulla, speriamo…

Immagine

Stealth Electric Bikes – FIGHTER / BOMBER: e-bikes go wild

Made in Australia, queste fantastiche e-bike da offroad permettono di divertirsi e tenersi in forma in ambienti estremi con prestazioni formidabili e sempre eco-friendly. La Fighter e la Bomber sono prodotte da Stealth Electric Bikes nella terra dei canguri.

Immagine

Telaio monoscocca rinforzata in cromo-molibdeno leggero e resistente, motore elettrico DC brushless da 3,5kW di potenza (la Bomber monta quello da 4,5kW), cambio a 2 velocità (9 sulla Bomber), batterie da 1kWh (1,5kWh) che si ricaricano in 2 ore da rete standard, autonomia di 50km (fino a 80 per la Bomber) e due modalità di funzionamento: AU con velocità max a 25Km/h e Competition con velocità di ben 60Km/h (80Km/h)! Sul sito della casa si possono trovare video che mostrano come questa bici permetta quasi di divertirsi come con una moto da cross. Un mezzo dal peso contenuto in 34Kg (53Kg).

Immagine

Tacita T-Race T-RE: electric enduro made in Italy

Tacita è un’azienda con base a Torino che produce moto da offroad con motorizzazione elettrica, nel suo listino moto T-Race (presentata all’EICMA 2013) ci sono la T-RC Cross, la T-RR Rally per i raid nel deserto e questa enduro denominata T-RE.

Immagine

I mezzi costruiti da Tacita sono di elevata qualità e sono costruiti interamente in Italia. La T-RE monta un motore asincrono trifase con potenza nominale di 9kW e potenza di picco di 27kW con una coppia di 60Nm con tre mappature di funzionamento (Sport, Eco e Reserve quando la batteria è sotto al 20% di carica) e raffreddato a liquido. Monta un cambio meccanico a 5 marce con frizione a comando idraulico. La ciclistica prevede cerchi DID Star, forcella Marzocchi Shiver e ammortizzatore posteriore Ohlins. Le plastiche della moto sono bio in fibra di lino. Le batterie sono litio-polimero con capacità prevista in 3 step di potenza 3,3kWh, 4kWh e 5,3kWh che si ricaricano in 1,5 ore con il caricatore rapido da 3kW e in 5,5 ore con il sistema da 1kW. L’autonomia sul sito è specificata in ore d’uso (massimo 2). Essendo una moto specialistica come tutte le altre prodotte da Tacita non è tanto il dato del range quanto la prestazione a stupire sui percorsi più impegnativi, dove questa moto si muove con potenza e in silenzio. Il prezzo di questo gioiello offroad made in Italy oscilla (a seconda del tipo di batteria) tra i 20132 euro + IVA della T-RE 3.3 ai 22433 + IVA della T-RE 5.3.  La scelta dei materiali e delle componenti ne fa un prodotto dagli elevati contenuti e dalle prestazioni di rilievo, infatti Tacita T-Race come riporta il sito della casa è la prima moto elettrica ad aver preso parte al rally africano Merzouga Rally 2012, un duro banco di prova per una moto specialistica eco-friendly.

KTM Freeride E: zero emission offroad

Immagine

E anche il marchio KTM produttore di mezzi all’avanguardia sia per asfalto che per offroad ha messo nel suo listino un mezzo a zero emissioni: la Freeride E. Con questo mezzo la casa austriaca porta una moto da offroad agile, leggera e soprattutto silenziosa dove finora era impensabile guidare in enduro: sui percorsi di freeride, in fuoristrada e anche in città. La Freeride E monta un motore sincrono a magnete permanente con rotore a disco da circa 30CV con 42 Nm di coppia (7,5kW – 10,2 PS) e una potenza di punta fino a 22kW – 30 PS e un’accelerazione praticamente infinita. Basta solo un’ora e mezza per ricaricare la batteria agli ioni di Litio da 2,1kWh (alloggiata sotto la sella e facilmente estraibile) che permette un’ora di intenso divertimento in fuoristrada. Il peso è allineato alle Freeride con motore termico, circa 95Kg. Il prezzo inferiore ai 10000 euro.