automobili elettriche

RBW Roadster: taking classic to the future

RBW-Roadster-Front-3

The idea looks as simple as cool, taking an ultra classic british car and transforming it in a sophisticated and stylish electric car. In a world with some good companies converting vintage cars, the approach at RBW is quite different, the car looks like an MG but it isn’t an MG. The car has a brand new body shell. At RBW Electric Classic Sports Cars they developed an electric system that could be easily applied to different classic cars keeping a clear focus on safety. The project started finding the right company to work with: Zytek Automotive a company that is part of Continental AG. So the final result is that the company has brought together the very best in classic car craftsmanship and 21st century technologies. A perfect blend of high-quality components, race-winning EV engineering and proven reliability. Obviously each car is made following the customer desires as tradition teaches. 

interior-two

L’idea sembra semplice quanto affascinante, prendere un’ultra classica auto britannica e trasformrla in un’auto elettrica sofisticata ed elegante. In un mondo dove ci sono alcune buone aziende che trasformano auto d’epoca, l’approccio alla RBW è molto diverso, l’auto assomiglia ad una MG ma non è una MG. L’auto ha un corpo vettura nuovo di zecca. Alla RBW Electric Classic Sports Cars hanno sviluppato un sistema elettrico che può essere facilmente applicato a diverse auto d’epoca, mantenendo un’occhio di riguardo alla sicurezza. Il progetto è iniziato a trovando l’azienda giusta con cui lavorare: Zytek Automotive, un’azienda che fa parte di Continental AG. Il risultato finale è che l’azienda ha riunito il meglio dell’artigianato delle auto d’epoca e delle tecnologie del XXI secolo. Una miscela perfetta di componenti di alta qualità, ingegneria EV vittoriosa nelle gare automobilistiche e una comprovata affidabilità. Ovviamente ogni auto è realizzata secondo i desideri del cliente come insegna la tradizione.

RBW-Roadster-Rear-1

The all new BMW iX, Bavarian EV SAV

2022-bmw-ix

Here it is! The all new electric SAV by BMW. This car is the first model based on a new, modular, scalable architecture on which the future of the BMW Group will be built. Conceived from the outset as purely electric mobility, the iX sees BMW redefining its successful Sports Activity Vehicle (SAV) concept. The BMW iX provides an exhilarating driving experience combined with a sense of wellbeing for both drivers and passengers, enjoying the journey with safety all packed in a new kind of luxury. The BMW iX can be compared to the BMW X5 in length and width, and it is almost as low as the X6. From the standpoint of design, it is like no BMW on the market today, this car places the foundation stone for the brand’s design language for next generation EVs. The iX uses the 5th generation BMW eDrive motors, one at the front and one at the rear. BMW is confident of achieving a combined power output in excess of 370 kW or 500 HP from the motors enough to propel the car from 0-62 mph in under 5 seconds. BMW also plans to offer the iX with a 100 kWh battery pack in order to reach a range of more than 600 Km. First BMW iX deliveries are scheduled to commence in late 2021 globally.

2022-bmw-ix_int

Eccolo qui! Il nuovissimo SAV elettrico di BMW. Questa vettura è il primo modello basato su una nuova architettura modulare e scalabile su cui verrà costruito il futuro del gruppo BMW. Concepita fin dall’inizio come mezzo puramente elettrico, l’iX vede BMW ridefinire il concetto di successo del suo Sports Activity Vehicle (SAV). La BMW iX offre un’esperienza di guida esaltante combinata con un senso di benessere sia per i conducenti che per i passeggeri che si godono il viaggio in sicurezza, il tutto racchiuso in un nuovo tipo di lusso. La BMW iX può essere paragonata alla BMW X5 in lunghezza e larghezza, ed è bassa quasi quanto la X6. Dal punto di vista del design, non somiglia a nessuna BMW sul mercato, quest’auto pone la prima pietra del linguaggio stilistico del marchio per i veicoli elettrici di nuova generazione. L’iX utilizza i motori BMW eDrive di quinta generazione, uno anteriore e uno posteriore. BMW conta di ottenere una potenza complessiva superiore a 370 kW o 500 CV dai motori, sufficiente per spingere l’auto da 0-100 Km/h in meno di 5 secondi. BMW prevede anche di offrire l’iX con un pacco batteria da 100 kWh per raggiungere un’autonomia di oltre 600 Km. Le prime consegne di BMW iX sono previste per la fine del 2021 in tutto il mondo.

2022-bmw-iX_back

Totem GT Electric, a brand new classic EV

Totem_GTelectric_front

Simply fantastic. A classic cool car reborn, the Alfa Romeo Giulia GTA transformed into an electric beast capable to reach 245 Km/h thanks to a new electric powertrain with 518 HP. The team of Totem Automobili (an Italian start-up founded by Riccardo Quaggio) did an extraordinary job giving to this classic from the 60s style and technology for the future. The car you see here is a totally rebuilt car using state of the art craftmanship and finest McFly technolgy able to give classic rough senstions in a cutting edge electric car. That’s the made in Italy we love!

Totem_ALFA_GTelectric_side

Semplicemente fantastica. Una classica affascinante auto rinata, l’Alfa Romeo Giulia GTA si è trasformata in una belva elettrica capace di raggiungere i 245 Km/h grazie ad un nuovo propulsore elettrico da 518 CV. Il team di Totem Automobili (una start-up italiana fondata da Riccardo Quaggio) ha fatto un lavoro straordinario dando a questo classico degli anni ’60 stile e tecnologia per il futuro. L’auto che vedete qui è un’auto totalmente ricostruita utilizzando lo stato dell’arte dell’artigianato e la migliore tecnologia McFly in grado di dare le classiche sensazioni grezze in un’auto elettrica all’avanguardia. Questo è il made in Italy che amiamo!

Totem_GTelectric_ALFA_back

Dacia Spring: POP EV

dacia_spring_ev_01-1And also Dacia introduces its electric car, a compact with a crossover look and price list following the brand philosophy. The style is nice but with no frills. Despite being a citycar (3.73 meters long, 1.62 meters wide and 1.51 meters high) it has a trunk of 300 liters that doubles by tipping the rear seat. The 33 kW electric motor (44 HP) is combined with a lithium-ion battery with a capacity of 26.8 kWh. The range is 225 Km in the standard WLTP cycle and 295 Km in the WLTP City cycle (city driving only), you can increase the efficiency by almost 10% by simply activating the ECO function with a button on the dashboard, the power limit drops to 23 kW and the maximum speed to 100 Km/h. It will be available from spring 2021 with prices around 12,000-13,000 euros.

Ed anche Dacia introduce la sua elettrica, una compatta dal look crossover e dal listino coerente con la filosofia del marchio. Lo stile piacevole ma senza troppi fronzoli. Pur essendo una citycar (lunga 3,73 metri, larga 1,62 metri e alta 1,51 metri)  vanta un bagagliaio da ben 300 litri che raddoppiano ribaltando il sedile posteriore. Il motore elettrico da 33 kW (pari a 44 CV) è abbinato a una batteria agli ioni di litio con una capacità di 26,8 kWh. L’autonomia è di 225 Km nel ciclo WLTP standard e 295 Km nel ciclo WLTP City (solo percorrenza urbana), si può aumentare il rendimento di quasi il 10% semplicemente attivando la funzione ECO con un pulsante sul cruscotto il limite di potenza scende a 23 kW e la velocità massima a 100 Km/h. Sarà ordinabile da primavera 2021 con prezzi attorno ai 12.000-13.000 euro.

VW new EV SUV: ID4

volkswagen-id4-2020-09_18
Finally VW presented, and made it bookable, its new electric SUV built on the MEB platform (the same used for ID3): the ID4. The new model will arrive at dealerships in early 2021. The versions of the Volkswagen ID.4, planned at the beginning, will be only two, both limited edition: 1ST (First) and 1ST Max, respectively at a price of 48.600 and 58.600 euros, from which any incentives will be deducted. There will be four body colors: ice white, dusk blue, manganese grey and honey yellow. Both the versions share the same technical characteristics: a 204 HP rear electric motor, which pushes the rear wheels, with an acceleration from 0 to 100 km/h in 8.5 seconds and a top speed (limited) of 160 km/h. The battery is 82 kWh (77 kWh effective), according to the factory data, it allows to cover 520 km per single charge.

volkswagen-id4-2020-09_27Finalmente VW ha presentato, e reso prenotabile, il suo nuovo SUV elettrico costruito sulla piattaforma MEB (la stessa di ID3): la ID4. Il nuovo modello arriverà nelle concessionarie all’inizio del 2021. Gli allestimenti della Volkswagen ID.4, previsti all’inizio, saranno solo due, entrambi edizione limitata: 1ST (First) e 1ST Max, rispettivamente ad un prezzo di 48.600 e 58.600 euro, cifre alle quali andranno detratti eventuali incentivi. Quattro le tinte della carrozzeria: bianco ghiaccio, blue dusk, grigio manganese e honey yellow. Entrambi gli allestimenti condividono le stesse caratteristiche tecniche: un motore elettrico posteriore da 204 CV, che spinge le ruote posteriori, con un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 8,5 secondi e una velocità massima (limitata) di 160 Km/h. La batteria è da 82 kWh (77 kWh effettivi), secondo i dati della fabbrica, consente di percorrere 520 km per singola ricarica.
DB2020AU01409_large-1-1280x800

Skoda Enyaq iV: Czech EV SUV

Yesterday, September 1, 2020, in Prague, Skoda unveiled the final version of its Enyaq electric SUV that uses the MEB platform of the VW group and the construction architecture of the next VW ID4. The lineup will have diferent versions: the Enyaq iV 50, with an electric motor mounted on the rear axle, delivering 146 HP (109 kW), and a 55 kWh battery for a range of 211 miles (340 Km). The Enyaq iV 60 with 242 miles (390 Km) range with the 62 kWh battery, and a 178 HP (132 kW) motor. The Enyaq iV 80 with a 210 HP (150 kW) motor and an 82 kWh battery that will have a range up to 310 miles (500 Km). Those looking for 4WD electric SUV will be able to choose between the 80X and RS versions, which mount a second electric motor on the front axle, for a total output of 262 HP (195 kW) and 302 HP (225 kW) respectively. The Enyaq iV RS will accelerate to 62 MPH (100 Km/h) in 6.2 seconds before reaching the top speed at 112 MPH (180 Km/h). Both the RS and 80X will have a range of 286 miles (460 Km) on a single charge. It will arrive in spring 2021.

Ieri, 1 settembre 2020, a Praga, Skoda ha presentato la versione finale del suo SUV elettrico Enyaq che utilizza la piattaforma MEB del gruppo VW e l’architettura costruttiva del prossimo VW ID4. La gamma avrà diverse versioni: l’Enyaq iV 50, con un motore elettrico montato sull’asse posteriore, che eroga 146 CV (109 kW) e una batteria da 55 kWh per un’autonomia di circa 340 Km. L’Enyaq iV 60 con un’autonomia di circa 390 Km con la batteria da 62 kWh e un motore da 178 CV (132 kW). L’Enyaq iV 80 con un motore da 210 CV (150 kW) e una batteria da 82 kWh che avrà un’autonomia fino a 500 Km. Chi cerca un SUV elettrico a trazione integrale potrà scegliere tra le versioni 80X e RS, che montano un secondo motore elettrico all’asse anteriore, per una potenza complessiva rispettivamente di 262 CV (195 kW) e 302 CV (225 kW). L’Enyaq iV RS accelererà da 0-100 Km/h in 6,2 secondi prima di raggiungere la velocità massima di 180 Km/h. Sia l’RS che l’80X avranno un’autonomia di 460 Km con una sola ricarica. Arriverà nella primavera del 2021.

Zero Labs Bronco: back to a new future

Zero_Lab_Bronco

About a year ago Zero Labs introduced its restomod EV 1st gen Ford Bronco. The specs were impressive, now the company gave to the old Bronco a whole new platform. The first Zero Labs Bronco used solid axles front and rear, offered 2WD drive and 4WD, shifted via a 5 speed manual transmission and had 330 HP. This new truck has a fully independent suspension in front and rear, an automatic transmission, new AWD system and up to 600 HP using dual-motor system. Zero Labs has also introduced an air suspension system that allows to make height adjustments. It’s capable of Level 3 fast charging using a 85 kWh battery pack that allows a range of about  190 miles (235 miles with the 100 kWh battery pack). Price list: starting at around $185000 for the steel body version, and at $240000 for the carbon fiber body version.

Zero_Lab_Bronco_interior

Circa un anno fa Zero Labs ha presentato il restomod EV del Ford Bronco prima generazione. Le specifiche erano impressionanti, ora l’azienda ha dato al vecchio Bronco una piattaforma completamente nuova. La prima Zero Labs Bronco utilizzava assali rigidi anteriori e posteriori, offriva trazione 2WD e 4WD selezionabile, sfruttava un cambio manuale a 5 marce ed aveva 330 CV. Questo nuovo mezzo è dotato di sospensioni indipendenti davanti e dietro, cambio automatico, una nuova trazione integrale e fino a 600 CV grazie al doppio motore. Zero Labs ha anche introdotto un sistema di sospensioni pneumatiche che permette di regolare l’altezza del corpo vettura. E’ in grado di effettuare una ricarica rapida di livello 3 utilizzando un pacco batterie da 85 kWh che permette un’autonomia di circa 305 Km (378 col pacco batterie da 100 kWh). Listino prezzi: a partire da circa 185000 dollari per la versione con carrozzeria in acciaio, e a 240000 dollari per la versione con carrozzeria in fibra di carbonio.

Zero_Lab_Bronco2

The New Polestar 2 on the road

An interesting video from the YouTube channel CarPervert about the new Polestar 2 (a Tesla competitor made by the Volvo sub-brand). Cool blend of Scandinavian design and Chinese manufacturing (Polestar is part, as Volvo and LEVC, of the industrial chinese giant Geely)


Un video interessante dal canale CarPervert su YouTube in merito alla nuova Polestar 2 (un’avversaria di Tesla costruita dal sub-brand di Volvo). Una piacevole fusione di design scandinavo e costruizione cinese (Polestar è infatti parte, come Volvo e LEVC, del gigante industriale cinese Geely)

HONDA Sports EV concept: little green coupe

Honda_Sports_EV_Concept

Presented at the Tokyo 2017 show, it should be joined by its sister Honda e, whose platform and technology it shares, in 2022. The prototype adopted the Automated Network Assistant: the system, integrated into the on-board infotainment system, is capable of learning the driver’s habits and needs, so that it can offer optimized indications in real time. The platform of this small sports car has a rear engine and rear-wheel drive and considerable dynamic capabilities to take advantage of Honda e‘s engines with power of 100 kW (136 hp) or 113 kW (154 hp). It remains to be seen whether the battery of the sports coupe will also be the same as the 4-door citycar, with 35.5 kWh capacity and between 205 and 220 km declared range.

Honda_Sports_EV_Concept_back

Presentata al salone di Tokyo 2017 dovrebbe affiancare la sorella Honda e, di cui condivide la piattaforma e la tecnologia, nel 2022. Il prototipo adottava l’Automated Network Assistant: il sistema, integrato nell’infotainment di bordo, capace di apprende le abitudini e le necessità del guidatore, così da poter offrire indicazioni ottimizzate in tempo reale. La piattaforma di questa piccola sportiva prevede motore e trazione posteriori e notevoli doti dinamiche per sfruttare i motori della Honda e con potenza di 100 kW (136 CV) o 113 kW (154 CV). Resta da capire se anche la batteria della coupé sportiva sarà la stessa della citycar a 4 porte, con 35,5 kWh di capacità e tra i 205 e i 220 km di autonomia dichiarata.

Honda_Sports_EV_Concept_side

Guess the car

Tesla_Model3_grills

In these days on social networks has appeared a Tesla Model 3 to which it seems that its owner has applied a BMW front grille. We all know that an electric car has no need for a front grille because there is no engine to cool but this action raises an observation: how much does a front grille affect the identity of a car? I’ve made a fun simulation with three proposals using Photoshop. Guess the car? Where does the new (useless) front grille come from?


In questi giorni sui social network è apparsa una Tesla Model 3 a cui pare che il suo proprietario abbia applicato una griglia frontale BMW. Sappiamo tutti che un’automobile elettrica non ha alcuna necessità di una mascherina anteriore perchè non c’è un motore da raffredare ma questa azione solleva un’osservazione: quanto una calandra anteriore influisce nell’identità di una vettura? Mi sono divertito a simulare tre proposte con Photoshop. Indovinate l’auto? Da dove viene la nuova (inutile) griglia anteriore?